Ethnic Marketing: Come il cibo si adatta al target

glocal food

Ethnic Marketing: Come comunicare i prodotti a nuovi target

 

 

Ethnic MarketingE’ successo a tutti. Ci troviamo in un posto fuori dalle nostre mura nazionali alimentari e … ” Come avrei voglia di quel piatto di pasta … ”

Il marketing è sempre un passo avanti … Saper comunicare i valori di un prodotto alimentare attraverso un insieme di elementi, quali il gusto, la tipicità, è l’obiettivo di chi si occupa di food marketing .

 

 

 

Saper rendere maggiormente appetibile la proposta a “nuovi gruppi” etnici metropolitani con delle leve persuasive come il senso di identità culturale è tipico dell’ Ethnic Marketing.

Le linee guida da seguire sono:

  1. Value the cultural uniqueness of your target group.
  2. Value cooperation and bridge-building with community leaders and other organizations working within the community.
  3. Value the cultural beliefs, symbols, and practices of your target group.
  4. Value differences in languages, accents, practices, and social conduct.
  5. Value word-of-mouth and interpersonal communication to spread your message.

[estratto da Justlanded Blog ]

 

Il fatto che grandi multinazionali del cibo, come Häagen-DazsKraft , si siano dovute adeguare ai gusti “glocal” è una cosa nota;  come però i nostri prodotti possano colpire nuovi target proponendo un prodotto per vari gusti credo sia più difficile.

La Coop aveva annunciato la carne per musulmani ma non conosco altre proposte simili.

Eppure i numeri ci sono:

In Italia vivono circa 5 milioni di stranieri, pari all’ 8% della popolazione: in media sono più giovani degli italiani, hanno maggiori tassi di occupazione, sono più attivi nella creazione di nuove imprese e contribuiscono al PIL per l’11%.
Gli stanieri comprano cellulari, aprono conti in banca, frequentano fastfood e vorrebbero prodotti e servizi su misura per loro: chi prenderà questo mercato?

Per chi fosse interessato e cercasse informazioni per la propria azienda potrebbe tornare utile sapere che esiste anche una società che fa “marketing etnico“.

 

Per adesso trovo  sia più facile che i nostri prodotti tipici raggiungano gli italiani all’estero tramite piattaforme commerciali online che altro .

Ho trovato un esempio nostrano : Glocal Food

Si tratta di un portale ecommmerce dove i “prodotti gastronomici del sud” possono essere acquistati da ogni parte del mondo.

Pensateci: quanti meridionali italiani si trovano all’estero? Quanto vale questo mercato ?

Forse non si tratterà di ethnic marketing ma di sicuro è la strada più efficace per chi vuole vendere i propri prodotti oltre le proprie mura “domestiche”.

Come si dice:

Se La Montagna non va da Maometto … vabbè sapete come finisce no? 😉

@Credit Image Rubrica Glocal Food

@Crdit Content ed Image Marketing Alimmentare

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: